Ecocentri informatizzati

I Totem di H&S negli Ecocentri del Consorzio COVAR 14 per gestire gli accessi ed i conferimenti dei rifiuti





H&S Qualità nel software a MEDICA 2016 | Düsseldorf, 14-17 novembre 2016.

H&S anche quest'anno è presente con i suoi prodotti a Medica | Düsseldorf 14-17 Novembre 2016.
Padiglione 15, Stand E 24.


H&S a “Incontri in Cardiologia 2016”

H&S ha partecipato il 7-8 ottobre 2016 al convegno “Incontri in Cardiologia 2016, Scompenso Cardiaco e Cardiomiopatie” di Trieste.





H&S Qualità nel software a MEDICA 2016 | Düsseldorf, 14-17 novembre 2016

Anche quest'anno H&S Qualità nel software sarà presente a Medica che si terrà a Dusseldorf dal 14 al 17 novembre 2016.

www.medica-tradefair.com




H&S al “Sia GUEST 2016”

H&S sarà presente con i suoi prodotti a Sia GUEST 2016, salone internazionale dell’ospitalità.
13-15 ottobre 2016 - Rimini Fiera, Expo Centre

www.siaguest.it




H&S a “Incontri in Cardiologia 2016”

H&S sarà presente con i suoi prodotti al convegno “Incontri in Cardiologia 2016, Scompenso Cardiaco e Cardiomiopatie” di Trieste.
7-8 ottobre 2016 Centro Congressi Stazione Marittima - Trieste




“A Trieste il check up si fa in casa.
«Ho 94 anni e sono rinato»

Gli anziani che hanno partecipato al progetto di teleassistenza si raccontano. «Ho il diabete da 30 anni, ora lo tengo sotto controllo, e sono persino dimagrita» di Benedetta Moro



Dalla moglie che è diventata la “dottoressa personale” del marito malato alla paziente diabetica che ce l’ha fatta a dimagrire e ora dispensa consigli preziose. Storie, tante storie, quelle che si celano dietro il progetto europeo “Smartcare”. Storie di successo tanto che quel progetto nato nel 2013 che, con capofila la Regione e l’Asuits, ha introdotto nelle case di duecento pazienti nuove tecnologie di teleassistenza e telemonitoraggio per valorizzare l’assistenza domiciliare socio-sanitaria integrata, diventerà a tutti gli effetti un servizio della sanità del Friuli Venezia Giulia. A confermarlo Maria Sandra Telesca, assessore regionale alla Salute, in occasione del corso di formazione svoltosi ieri a Udine e dedicato proprio all’esperienza di “Smartcare” e alle prospettive future: «Sono state coinvolte tutte le Aziende del servizio sanitario regionale e, dati i risultati, intendiamo mettere a sistema questa metodologia operativa, superando la fase sperimentale». La sperimentazione del progetto ha riscosso un notevole successo a partire da Trieste. A testimoniarlo tanti pazienti tra cui Licurgo Benvenuti. Ha 94 anni e non era mai finito in ospedale finché uno scompenso cardiaco non gli ha tolto il primato. All’uscita da Cattinara ha ricevuto l’invito di partecipare a “Smartcare”. Detto, fatto: grazie al supporto della moglie Giovanna, 93 anni, che definisce «la mia dottoressa», il signor Licurgo ha imparato a utilizzare gli strumenti per misurare la pressione e altri parametri: i dati vengono trasferiti immediatamente al personale dell’Asuits che può verificarli e intervenire se necessario. «Ora mi sento controllato a distanza e bene. Spero solo di continuare questo percorso» afferma Licurgo. Donatella Radini, coordinatore sanitario regionale del progetto, lo rassicura in diretta: «Tutti i pazienti presi in carico dall’Asuits restano nel progetto». “Smartcare”, del resto, e il corso di ieri l’ha confermato, ha consentito di evitare ulteriori ospedalizzazioni non solo al signor Benvenuti. «Protetta e al sicuro», come in una campana di vetro, si sente ad esempio una signora di 81 anni, da 30 anni affetta da diabete, e da 18 mesi all’interno del percorso. Con gli strumenti che le sono stati affidati, e con l’insegnamento dei tecnici dell’azienda H&S che li ha realizzati, si misura il peso, la pressione e la glicemia. «Ormai mi sono indispensabili. Li porto persino in vacanza» commenta pur rivelando che, quando le è arrivata la bilancia, un po’ di ansia le è salita: «Non volevo fare brutta figura e quindi ho approfittato e sono anche dimagrita». Grazie al glucometro è certa di avere evitato ricoveri in ospedale: «Merito del call center che mi chiamava anche dopo cena. In particolare una sera, quando sono andata in ipoglicemia, mi sono addormentata, ma alle 23 mi hanno chiesto come stavo». La signora è entusiasta e lancia persino nuove proposte per “Smartcare”: «Perché non coinvolgere pure altre patologie come l’obesità? Ci sono tanti giovani che ne sono affetti...». Chi è riuscito a fare un po’ di dieta è stato anche Gualtiero Pauser, 76 anni, che, dopo uno scompenso cardiaco, è entrato in “Smartcare” e ne è diventato un fedele amico: «Faccio le prove ogni mattina e così sono più consapevole dei miei valori». E più magro...

"IL PICCOLO", sabato 17/09/2016

“i risultati del progetto Smart Care in Friuli Venezia Giulia” progetto realizzato con il supporto tecnologico e di servizi di H&S.



Un’anziana controlla i suoi dati sanitari in una foto d’archivio TRIESTE. Quale anziano non vorrebbe stare a casa propria durante la vecchiaia? E trascorrere un invecchiamento sano e attivo? A fornire questa speranza è stata l’Europa che, designando la regione Friuli Venezia Giulia (tramite quella che oggi è l’Azienda sanitaria universitaria integrata di Trieste) per la sua abilità gestionale quale capofila di 24 regioni, aveva lanciato nel 2013 il progetto “Smartcare”. Un esempio di sperimentazione che in Fvg ha coinvolto 200 anziani con bisogni complessi, affetti da patologie croniche, con l’obiettivo di valorizzare l’assistenza domiciliare socio-sanitaria integrata mediante l’uso di nuove tecnologie di teleassistenza e telemonitoraggio, di cui ieri alla Stazione Marittima sono stati snocciolati i risultati più che positivi con la partecipazione dei diversi attori europei venuti apposta a Trieste. Esiti dunque molto confortanti, tanto che il Fvg ha già dichiarato il mantenimento del servizio nella programmazione socio-sanitaria dal 2017 e l’Asuits ha approvato un decreto per la permanenza della prestazione a Trieste. Appoggiato da 42 partner, sostenuto anche dal ministero della Salute e finanziato grazie a otto milioni di euro suddivisi tra fondi dell’Ue e delle nove regioni impegnate nelle attività sperimentali, cui si aggiunge un milione in più per il Fvg che ha organizzato il progetto, Smartcare ha coinvolto in regione 17 distretti su 20 e 200 persone, appunto, che soffrono di scompenso cardiaco, broncopneumopatia cronica o diabete mellito. «Essendo coordinato dal centro cardiovascolare - spiega Gian Matteo Apuzzo, project coordinator a livello europeo dello staff dell’Asuits per il progetto - abbiamo avuto più pazienti con malattie cardiovascolari. Il 70% aveva più di tre patologie e il 30% più di cinque». Dei 200 che hanno fatto da “cavie”, con una media di 81 anni, la metà ha proseguito l'assistenza domiciliare tradizionale, senza l’ausilio di alcun apparato tecnologico, che invece ha coinvolto l’altra metà. Ma c'è ancora una suddivisione da fare tra quest’ultima metà: una parte si trovava nella fase di dimissione dall'ospedale, quindi in fase acuta, con un percorso di tre mesi davanti, mentre l’altra fetta, caratterizzata da condizioni croniche, che si trovava già a casa, ha seguito un programma di nove mesi. Gli strumenti innovativi senza fili, pilastri dell’esperimento, sono stati inseriti in modo flessibile nelle case di ciascun anziano e nella loro vita quotidiana, e sono stati utilizzati per le misurazioni classiche di pressione, peso, frequenza cardiaca e saturazione, glucosio nonché di alcuni parametri ambientali. Tutti i dati clinici venivano trasmessi poi mediante un collettore a una piattaforma online, cui vi accedevano gli operatori, ma anche i familiari e, quando esperti, gli stessi protagonisti dello studio. Insomma, un modo per avere il quadro della situazione sempre a portata di mano. Se la spia rossa segnalava anomalie, le figure professionali dell’attuale Asuits venivano immediatamente avvertite. E i soccorsi scattavano in base al livello di necessità: dalla telefonata immediata dal call center, che spesso è servito anche come semplice supporto alla solitudine dell'anziano o come help desk per problemi tecnici, all'arrivo del soccorso di emergenza. Sono arrivati al traguardo in 182. «La reazione dei nostri pazienti è stata positiva», ha commentato Andrea di Lenarda, direttore del centro cardiovascolare e responsabile scientifico del progetto europeo, cui si aggiungono Donatella Radini, responsabile infiermeristico del centro e coordinatore sanitario regionale del progetto, e Kira Stellato, psicologa e coordinatore sociale. «Trieste, insieme a Genova - ha aggiunto di Lenarda - è la città più vecchia in Italia, e quindi il laboratorio ideale per queste sperimentazioni». La scommessa è stata vinta con risultati positivi che hanno dimostrato «una diminuzione della riospedalizzazione e della durata di questa», ha spiegato Apuzzo. «Nessuna tecnologia può sostituire una lenta carezza a una persona anziana - ha messo in guardia il neoassessore alle Politiche sociali di Trieste Carlo Grilli - però con queste tecnologie possiamo accelerare i processi di servizio per le persone». Un pensiero comune che è stato espresso anche da altri relatori. «Mettere la persona al centro del sistema, è ciò che è stato realizzato con questo progetto quale mezzo intelligente della tecnologia», ha aggiunto Nicola Delli Quadri, direttore generale dell’Asuits, che a margine dell’incontro ha rassicurato sul mantenimento dei livelli di funzionamento e di risposta del sistema sanitario e ospedaliero triestino anche d’estate. Pensando ai dati che vedono in futuro oltre il 45% degli italiani con più di 65 anni, l’assessore regionale alla Salute Maria Sandra Telesca ha concluso che «in questo modo riusciamo concretamente a sviluppare un invecchiamento attivo in linea con l’aumento dell’età media della popolazione, ponendo al centro cronicità ed anzianità».

"IL PICCOLO", giovedì 07/07/2016

H&S al Cibus 2016


H&S porta il suo totem a CIBUS 2016, salone internazionale dell'alimentazione, per pubblicizzare il salmone favoloso di Upstream.

TECHNOLOGY TO SUPPORT INTEGRATED ECARE AT MEDICA 2015

H&S, the IT company that is providing the ICT services for the Smartcare deployment site in Friuli Venezia Giulia (FVG), had the great opportunity to present their product portfolio and the integrated eCare service in FVG at the world’s largest medical trade fair MEDICA 2015. Technology to support integrated eCare services in Friuli Venezia Giulia presented at MEDICA 2015...

READ MORE

H&S Qualità nel software a MEDICA 2015 | Düsseldorf, 16-19 novembre 2015.

H&S Qualità nel software ha partecipato all'ultima edizione di MEDICA che si è tenuta a Düsseldorf dal 16 al 19 novembre 2015.

H&S Qualità nel software a MEDICA 2015 | Düsseldorf, 16-19 novembre 2015.

H&S Qualità nel software ha partecipato all'ultima edizione di MEDICA che si è tenuta a Düsseldorf dal 16 al 19 novembre 2015.

Nel 2014, con 4.800 espositori provenienti da 65 Paesi, 118,000 m² di area espositiva occupata, 17 padiglioni, 7 settori di esposizione, 6 conferenze, 5 forum - MEDICA è stato nuovamente l’evento più grande al mondo dedicato al settore medico. Anche quest'anno, l'edizione di MEDICA ha proseguito il suo percorso internazionale proponendo una scelta straordinaria di innovazioni a livello mondiale.

La nostra azienda è stata ospite della fiera per presentare le proprie soluzioni in ambito della telemedicina e della gestione e monitoraggio della compliance terapeutica.



La pensilina diventa intelligente, connessa e interattiva.

Ericsson, in collaborazione con H&S, ha presentato un concept per connettere le fermate degli autobus dotandole di tecnologie small cell 3G, LTE o WiFi.

L’infrastruttura small cell della fermata del bus connessa offrirà agli operatori del trasporto pubblico un’ulteriore fonte di reddito, poiché può essere sfruttata dagli operatori di telecomunicazioni per densificare le proprie reti.   H&S ha realizzato i servizi al cittadino implementati sulla pensilina e le componenti di digital signage. La pensilina connessa, infatti, supporterà funzionalità pensate apposta per i passeggeri. Tra queste, schermi che mostrano in tempo reale informazioni sul tragitto e pannelli touch-screen con i quali accedere a mappe interattive, notizie, informazioni per turisti e pubblicità. Inoltre, una telecamera a circuito chiuso (CCTV), pulsanti di emergenza e funzionalità push-to-talk possono essere incorporate per migliorare la sicurezza e rendere più semplice ai passeggeri contattare servizi d’emergenza e polizia. 



Totem interattivi Decathlon

H&S, in collaborazione con Solutions, ha realizzato i totem interattivi per i negozi Decathlon in grado di mettere il cliente in condizione di essere autonomo nella scelta della propria calzatura da Running e Trail.

Rispondendo, tramite un monitor touchscreen, ad alcune semplici domande sull’attività svolta, la velocità ed il numero di allenamenti settimanali, unitamente ad un’analisi statica dell’arco plantare mediante pedana Baro-Podometrica, vengono selezionate le scarpe adatte all’attività svolta dall’utente. Ciò sia per l’allenamento che per la gara/ritmi veloci, in base alle proprie caratteristiche e alle proprie necessità di training. Al termine del test, è possibile stampare un piccolo riepilogo contenente le calzature consigliate e le proprie caratteristiche fisiche e di corsa. La scelta può essere completata con la consultazione di un esperto Decathlon.



Collaborazione tecnologica di H&S

Premio S@lute 2015 a Nicoletta Luppi di MSD Italia

Il riconoscimento per "la leadership nell’innovazione farmaceutica e l’eccellenza dei servizi digitali rivolti ai professionisti della sanità e al pubblico". Tra questi, in particolare, Doctor Plus, l’innovativo servizio di monitoraggio remoto dei pazienti cronici con diabete, BPCO e scompenso cardiaco realizzato da Vree Health, società di MSD Italia, specializzata in servizi di e-health.
LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

46° Congresso Nazionale ANMCO

H&S qualità nel software partecipa in prima linea al Congresso Nazionale 2015 dell'Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri - ANMCO

22-24 APRILE 2015 | Med@Tel Luxembourg by ISFTEH

THE INTERNATIONAL eHEALTH, TELEMEDICINE AND HEALTH ICT FORUM For Education, Networking and Business


Dal 22 al 24 Aprile H&S qualità nel software partecipa alla fiera "THE INTERNATIONAL eHEALTH, TELEMEDICINE AND HEALTH ICT FORUM For Education, Networking and Business", una delle più importanti esposizioni sulla telemedicina e sulla salute.
VAI AL SITO

Il 20/3/2014 H&S ha compiuto 25 anni !!!



Il 20/3/2014 la nostra azienda ha compiuto 25 anni !!! Siamo passati attraverso diverse crisi, compresa quella attuale, e ne siamo sempre usciti attraverso la fatica e la partecipazione al lavoro che ci hanno contraddistinto nel tempo e che continuano a caratterizzarci. Molte cose sono cambiate in questi 25 anni, abbiamo adattato i nostri servizi alle sempre nuove esigenze del mercato, con la ferma volontà di fornire ai nostri clienti le soluzioni migliori per il loro business. Dal 2000 abbiamo immesso sul mercato diversi prodotti che hanno sempre ottenuto un buon successo e soddisfatto le esigenze degli utenti a cui erano indirizzati. La ricerca e lo sviluppo di nuove soluzione e la sperimentazione di nuove tecnologie hanno caratterizzato il nostro passato e, se possibile, sono ancora più importanti oggi per i nostri futuri prodotti e per i progetti che realizzeremo. Abbiamo i migliori clienti del mercato, spesso leader nei loro settori, ed è normale che si aspettino da noi il massimo sia in termini di tecnologia che di qualità dei servizi. 25 anni sono un traguardo, ma anche uno stimolo a fare sempre di più e sempre meglio per garantire alla nostra azienda e a tutti noi un futuro in questo mercato competitivo e in continua evoluzione. Grazie a tutti quelli che in questi anni hanno collaborato con H&S e grazie anche ai nostri clienti che con la fiducia accordataci ci hanno permesso di crescere e di raggiungere questo traguardo. Il futuro ci aspetta con le nuove sfide e nuovi stimoli!!
Grazie a tutti
Giovanni Rapacioli

Volley, Coppa Italia A1: trionfo Piacenza, Perugia stesa

H&S qualità nel software è sponsor di Copra Volley


Piacenza in festa! La Copra Elior di Luca Monti ha vinto la Coppa Italia 2014 di A1 nelle Final Four del PalaDozza di Bologna battendo 3-0 (27-25, 25-21, 25-19) la Sir Safety Perugia. Per Piacenza, che in semifinale ha superato 3-1 la Diatec Trentino, si tratta del primo successo di sempre in questo torneo. Battuta la squadra di Kovac che non riesce a completare il suo percorso dopo aver fatto fuori Macerata, capolista di A1.
09/03/2014
LEGGI L'ARTICOLO

Doctor Plus, la Ausl Roma F avvia il progetto di telemonitoraggio per diabetici

L’azienda sanitaria locale seguirà 200 pazienti con il sistema messo a punto da Vree Health Italia

H&S qualità nel software è partner di Vree Health Italia nello studio e realizzazione della soluzione presentata.


La Ausl Roma F si affida alla telemedicina. L’azienda sanitaria locale ha avviato un progetto di monitoraggio remoto per diabetici tramite Doctor Plus, il sistema messo a punto da Vree Health Italia. Nello specifico il programma, che è stato presentato a Civitavecchia il 19 febbraio, coinvolgerà 200 malati cronici che verranno seguiti per un anno. Direttore Generale della Ausl Roma F, Giuseppe Quintavalle “Doctor Plus ci permette, grazie alla sua tecnologia, di realizzare per i nostri assistiti una soluzione integrata che coinvolga diverse professioni: medici di Medicina generale, specialisti e infermieri. In questo modo puntiamo a migliorare la sicurezza del paziente e la sua percezione dei processi di cura. Credo che questa soluzione che abbiamo adottato possa portare dei grandi vantaggi in un’azienda sanitaria locale dal territorio frastagliato come il nostro”. Direttore Sanitario della Ausl Roma F, Antonio Carbone “Questo progetto alleggerisce la pressione sull’Ospedale. Lo studio condotto su questi dispositivi per il monitoraggio da remoto ha evidenziato che questa tecnologia permette di diminuire gli accessi impropri al pronto soccorso, un grande vantaggio anche in un’ottica di razionalizzazione della spesa sanitaria”.
20/02/2014
LEGGI L'ARTICOLO

Benvenuti nelle isole digitali: 15 punti per collegarsi e spostarsi a Milano


Si scarica lo smartphone o il tablet mentre camminiamo in città? Niente paura. C’è la presa elettrica sotto la panchina. Vogliamo navigare in Rete? C’è il wi-fi gratuito. Di più: nelle «isole digitali» - vere e proprie aree riservate ai milanesi iper-connessi e ai cosiddetti «city user» - i totem touch screen ci informano sulla viabilità, il trasporto pubblico o cosa accade in città, dalle notizie del Comune a quelle turistiche, fino agli eventi artistici e culturali in cartellone. Non basta: di fianco alle bici del bike sharing si possono noleggiare dei mini veicoli elettrici.
LEGGI L'ARTICOLO

Dottore mi sente?

H&S qualità nel software è partner di Vree Health Italia nello studio e realizzazione della soluzione presentata.


Bruno ha rischiato di finire in ospedale. Da poco compiuti 75 anni, vive solo e soffre di diabete e pressione alta. Ma il suo medico lo osserva a distanza. Nei fatti, lo ha inserito nel primo studio realizzato in Europa per valutare se il controllo in remoto aiuta i pazienti a gestire la malattia e ne migliora la qualità della vita. Così tutti i giorni Bruno si misura glicemia, pressione, peso e altri parametri importanti per la sua salute e li invia, grazie all’apparecchio Doctor Plus, a un’equipe medica che li controlla. … “Con l’uso di questo sistema, a fronte di una spesa di 4 euro al giorno per il servizio, si possono risparmiare milioni di euro.
L'Espresso 27/02/2014 - pag 90
Guarda l'articolo

Ancora un riconoscimento per “Innovazione e tecnologia”


Ancora riconoscimenti all’ASL n°6 di Livorno per le tecnologie introdotte in ambito sanitario grazie alla collaborazione con H&S Qualità nel Software.
Si tratta in questo caso del premio nella categoria “Innovazione e Tecnologia” consegnato a fine maggio al Forum di Assago a Milano in occasione del “QUID Innovation Italy 2013”, l'appuntamento nazionale che promuove l'innovazione ICT in ambito pubblico e privato per la competitività del sistema paese e per il miglioramento dei processi e dei servizi.
Il premio consegnato all’Azienda USL 6, si legge nella motivazione, viene assegnato a chi abbia fatto “guadagnare più terreno nel cammino verso il progresso tramite l’ausilio di nuove tecnologie” e riconosce quanto progettato e realizzato in questi anni in tema di digitalizzazione, grazie all’introduzione dei totem multi-funzione e delle App per smartphone e tablet che permettono, tra le altre cose, di visualizzare in tempo reale i referti di tutta la famiglia e soprattutto di averli sempre con sé.
Comunicato stampa

Premio Innovazione ICT in Sanità 2013





Altro importante traguardo per il lavoro svolto da “H&S qualità nel software” nel settore dell’innovazione tecnologica in campo sanitario, in particolare per l’ALS 6 di Livorno, dove le applicazioni progettate e realizzate hanno significativamente migliorato la vita dei cittadini, come sottolineato dai dirigenti stessi dell’ASL premiata.

L’Azienda USL 6 di Livorno infatti si è aggiudicata il premio “Innovazione ICT in Sanità 2013” che è stato consegnato in occasione del Convegno di presentazione dei risultati della Ricerca 2013 dell’Osservatorio ICT in Sanità, realizzata dalla School of Management del Politecnico di Milano con il contributo dell’ICT Institute del Politecnico di Milano e in collaborazione con Polihub Startup District. La ASL 6 si è distinta con il progetto "Servizi Sanitari Sicuri", tra tutti quelli candidati, oltre che per l’utilizzo innovativo di applicazioni tecnologiche in ambito sanitario, si legge nella motivazione, "per la capacità di innovare, per l'approccio multicanale, per le soluzioni adottate in tema di privacy e sicurezza". grazie all’introduzione dei totem multi-funzione e del recente rilascio della App per smartphone e tablet che permettono, tra le altre cose, di visualizzare in tempo reale i referti di tutta la famiglia e soprattutto di averli sempre con sé.

Tutto questo è stato reso possibile anche grazie alla partnership con H&S, Qualità nel software che ha ricevuto dall’Ing. Andrea Berardinelli, la comunicazione dell’assegnazione del Premio per la Innovazione in Sanità e i ringraziamenti per il lavoro svolto insieme per il raggiungimento di questo importante traguardo.
Comunicato stampa

Partnership con Motorola


Nuovo successo e riconoscimento internazionale per H&S Qualità nel software che da pochi giorni ha ottenuto la denominazione ufficiale di “partner” Motorola per lo sviluppo di soluzioni sulla loro piattaforma.

H&S è da ora iscritta al Motorola Solutions PartnerEmpower™ Program, in qualità di Application Partner autorizzato.

Questo consiste in un aggiornamento puntuale sulle novità Motorola, accesso ad informazioni per permettere la collaborazione con Motorola Solutions, la possibilità di trovare facilmente applicazioni di interesse e conoscere e utilizzare strumenti di vendita e di marketing.

Statistiche totem ASL Livorno

I totem realizzati da H&S per l’Azienda USL 6 di Livorno hanno segnato nei giorni scorsi i 200mila utilizzi in poco più di 20 mesi di installazione. Un servizio quindi che i cittadini hanno accolto con grande favore e che ha permesso loro di diminuire tempi di attesa rispetto ai tradizionali sportelli. Attualmente i totem in utilizzo presso l’AUSL sono 12 con funzionalità crescenti. “E' la dimostrazione - sostiene Andrea Belardinelli, responsabile dell’Area Innovazione e Sviluppo dell’Azienda USL 6 di Livorno - che l'innovazione in Sanità è possibile e porta ad offrire servizi integrati, facili, fruibili ovunque, come in farmacia o all'IperCoop, ed in ogni momento”.

Comunicato stampa

HES progetta la prima APP della sanità toscana

Altra innovazione tecnologica per la sanità toscana, grazie alla collaborazione con H&S e Telecom, per telefoni cellulari, smartphone e tablet.Arrivano infatti le nuove APP per dispositivi Android che permette la consultazione in tempo reale di referti medici, l’accesso a servizi digitali e a tutte le informazioni sull’AUSL. Prima ad essere realizzata, questa APP viene presentata in questi giorni. Il funzionamento è, come per le altre app, facile ed intuitivo. Un nuovo passo avanti nei servizi al cittadino.

Comunicato stampa

Accordo con BlueChip

Martedì 6 novembre 2012 H&S ha siglato un accordo con Bluechiip per lo sviluppo di un nuovo software per la tracciatura dei campioni conservati nelle criobanche. L’accordo prevede quindi una cooperazione per lo sviluppo e la commercializzazione di una nuova versione del software CryoMore, già utilizzato nelle strutture ospedaliere dotate di reparti crioconservazione grazie ad Air Liquide.
Il CTO di Bluechiip, Dr Jason Chaffey, ha espresso grande soddisfazione per questo accordo che garantisce la sinergia con le competenze già da tempo acquisite da HES nel settore altamente tecnologico del monitoraggio delle infrastrutture di laboratorio.

Comunicato stampa

HES e la sperimentazione nel telemonitoraggio

Sono in tutto 50 i medici e 300 i pazienti diabetici impegnati in una sperimentazione destinata a stabilire l’efficacia del controllo a distanza grazie a strumentazioni progettate da H&S. Alla base del progetto c’è Doctor Plus, l’ hub domiciliare che consente al paziente di rilevare a casa i parametri richiesti, che vengono poi inviati direttamente al medico curante il quale li riceve al proprio pc. In questo modo il medico può contattare il paziente per modificare la terapia, comunicare informazioni e fornire indicazioni. Anche le farmacie sono coinvolte nella sperimentazione, accogliendo i pazienti che necessitano controlli ulteriori i cui risultati vengono sempre trasmessi sul pc del medico curante. Su “L’Espresso” n°46 del 15 novembre 2012 a pag. 46 un approfondimento sul progetto. Guarda l'articolo

H&S con Asl Livorno e Unicoop Tirreno

E’ stato stipulato da poco un accordo tra l’Azienda USL 6 di Livorno e Unicoop Tirreno.
Il documento prevede l’avvio di una collaborazione che porterà progressivamente alla fornitura di nuovi servizi a carattere sanitario a partire dall’Ipercoop, all’interno del centro “Fonti del Corallo”, il più grande spazio commerciale della città.

Dopo essere stati collocati nei poliambulatori e nelle farmacie della città, i totem realizzati in partnership con H&S si trovano ora anche presso i locali dell’Unicoop Tirreno per proseguire i progetto dell’ASL che punta a fornire sempre nuovi servizi a carattere sanitario grazie all’utilizzo di questa tecnologia.

Inserendo semplicemente la tessera sanitaria digitando il PIN è possibile stampare i referti degli esami clinici evitando lunghe code agli sportelli.

Comunicato Stampa

Totem H&S per Asl Livorno

L’Azienda USL 6 di Livorno è la prima in Italia a mettere a disposizione dei cittadini un nuovo servizio di stampa in autonomia dei referti di laboratorio, senza fare alcuna coda utilizzando i nuovi totem realizzati con la partnership di H&S per il supporto tecnologico e posizionati al piano terra del Polimabulatorio.

Il sistema è molto semplice, in modo che tutti i cittadini, anche le persone anziane, possano utilizzarlo evitando quindi i lunghi tempi di attesa. E’ sufficiente avere con sé la tessera sanitaria e il codice PIN. Per adesso il totem si occupa di stampare i referti, ma le possibili applicazioni sono infinite: dal cambio del medico, alla prenotazione del ritiro della cartella clinica. L’idea alla base di questo progetto è quella di facilitare la vita dei cittadini fornendo servizi facili, veloci, vicini.